Background action Ships Yoda

Minacciata dal crescente potere della Repubblica Galattica, la Federazione del Commercio ordinò un blocco navale verso il pianeta Naboo per esercitare una pressione politica contro di essi.

La mossa ebbe un risultato controproducente e l'opportunistico Senatore Palpatine fu eletto Cancelliere Supremo della Repubblica. Il Senato non sapeva tuttavia che Palpatine era anche Darth Sidious, un potente Lord Sith che aveva segretamente radunato un esercito, i Separatisti.

Da quel momento, con Palpatine alla guida di due fazioni l'una contro l'altra, il Consiglio Jedi e i Separatisti cominciarono un conflitto che divenne noto come Guerra dei Cloni. Le conseguenti agitazioni avrebbero influenzato la galassia in modi che mai nessuno avrebbe potuto prevedere.

La Repubblica, difesa dagli intrepidi Cavalieri Jedi, lotta per l'ordine e la pace attraverso la galassia. I nostri eroi sono assediati da una forza malvagia che ha stretti legami con il Lato Oscuro.

Essi sanno poco sul fatto che queste forze stanno lavorando ciascuna l'una contro l'altra in una sfida per il dominio galattico, nella speranza di ridurre il caos che ne consegue.

Mentre la battaglia aumenta di intensità, molti di coloro che ritenevano le proprie vite al sicuro dietro le linee del fronte si troveranno nel bel mezzo degli attacchi e il coraggio della Repubblica verrà messo alla prova una volta per tutte.

In ogni gioco di Dejarik, ci sono pedine inconsapevoli. Questo è il caso dei separatisti, che si gettano nella battaglia per sopraffare la Repubblica agli ordine del Conte Dooku e Darth Sidious. Con un numero infinito di droidi nelle linee frontali, i separatisti tentano di prendere il controllo della galassia e sbarazzarsi per sempre del Consiglio Jedi.

Con il terribile Generale Grevious alla guida, sono state combattute innumerevoli battaglie con molte vite appese a un filo. I droidi non mostrano segni di resa.